Boly BG310-FP, le basi del fototrappolaggio

Boly_BG310-FP

Il fototrappolaggio è estremamente utile per il monitoraggio della zona di caccia. In futuro sarà un elemento sempre più essenziale anche per le attività di gestione faunistica. La fototrappola Boly BG310-FP costituisce un interessante strumento d’accesso a questa pratica

Azienda giovane, super tecnologica, Boly Inc. viene fondata nel 2000 a Santa Clara, nella Silicon Valley californiana. Dai suoi esordi si è specializzata nei settori delle energie rinnovabili – in particolare quella solare – e dell’imaging, sviluppando una competenza che oggi le è riconosciuta ovunque. Di sua produzione sono, per esempio, i moduli autofocus di molti dispositivi smart in commercio. Presidia il settore del fototrappolaggio con un’offerta particolarmente ampia di strumenti che include quelli ricchi delle più avanzate funzionalità di connettività così come modelli economici ma pur sempre dotati di caratteristiche tecniche interessanti. Tra questi, la fototrappola oggetto di queste note.

Boly_BG310-FP

Semplice e intuitiva

La fototrappola Boly BG310-FP è uno strumento semplice ed economico. Viene venduto in una confezione che include la cinghia di fissaggio, due batterie ricaricabili agli ioni di litio tipo 18650, una card TF (micro SD) con relativo adattatore e il cavetto Usb che consente il collegamento della porta integrata a un computer per lo scarico delle immagini e, contemporaneamente, la ricarica degli accumulatori; in alternativa questa porta può essere utilizzata per la connessione a un pannello solare (Boly ne ha diversi a catalogo) in modo da fornire autonomia praticamente eterna al device. Il suo corpo interamente in Abs è perfettamente sigillato; un unico sportello permette l’accesso a uno scompartimento che ospita le batterie e lo slot per la scheda di memoria.

Boly_BG310-FP

Tutte le operazioni di settaggio e attivazione della circuitazione avvengono dall’esterno mediante 4 pulsanti. Esterno è anche il monitor da 1,44 pollici. È prevista la possibilità di scattare immagini (salvate in formato .jpg) alla risoluzione di 18, 12 e 5 megapixel a colori (impiego diurno) o di 14,10 e 5 megapixel in bianco e nero (modalità notturna); il sensore Cmos ha una risoluzione di 3 Mp, pertanto tutti i file sono frutto di un’interpolazione eseguita a bordo. Non manca la funzionalità video che permette di girare a 1.280×720 oppure 640×480 pixel sia di giorno sia di notte. Le fotografie sono visualizzabili sul monitor, indispensabile interfaccia per l’intuitiva regolazione dei parametri accessibili mediante il menu d’impostazione. I video non sono invece visualizzabili e devono essere esportati per la fruizione.

L’attivazione degli strumenti di ripresa è demandata a un sensore passivo di movimento all’infrarosso efficace fino a circa 30 metri di cui si può regolare la sensibilità su tre distinti valori; copre un angolo inferiore all’angolo di campo dell’obiettivo così da evitare falsi allarmi e lo spreco di energia e spazio sul supporto di memoria. In alternativa la modalità di ripresa può essere avviata da un timer (Time lapse) o da una combinazione tra timer e sensore di movimento. Scegliendo la registrazione tramite sensore di movimento è possibile anche stabilire per quanto tempo il sensore PIR rimarrà disattivato dopo ogni acquisizione. Il tempo di attivazione è inferiore al secondo. Non manca un microfono per la registrazione audio.

Boly_BG310-FP

Uno scalino più in alto

Oltre a questo modello base, l’importatore Adinolfi distribuisce la variante BG310-MFP dotata di modulo di trasmissione Gprs e antenna esterna. Grazie alla connessione 4G consente l’invio di Mms ed email a numeri telefonici e indirizzi inseriti in fase di configurazione. In alternativa, grazie alla rete telefonica, può caricare video e immagini sul cloud Molnus adibito allo scopo. L’interazione con la fototrappola è resa possibile mediante l’app BG Tool, compatibile con sistemi Apple e Android. Si può anche comunicare a distanza con la fototrappola, per modificarne i parametri di ripresa, tramite Sms.

In entrambi i casi l’applicazione al supporto è possibile mediante staffa di montaggio, cinghia in dotazione o attacco integrato per treppiede.

La scheda tecnica della fototrappola Boly BG310-FP

Produttore: Boly
Modello: BG310-FP
Angolo di campo: 57°
Sensore: Cmos da 3 Mp
Monitor: Lcd da 1,44”
Memoria: estraibile fino a 32 Gb
Alimentazione: 2 batterie 18650 ricaricabili
Dimensioni:115 x 81 x 45 mm
Peso: 273 g
Prezzo: 139 g
Sito produttore
Distributore: Adinolfi

Tutte le news su Attrezzature e prodotti sono su Caccia Magazine. Seguici anche su Facebook e metti “mi piace” alla pagina di Caccia Magazine.