Yukon Sightline N475S 6-24x: il test

Yukon Sightline N475S 6-24x il test

Lo Yukon Sightline N475S 6-24x è il visore notturno top di gamma del marchio bielorusso: abbina una serie di funzioni utilissime a una resa ottica particolarmente efficace.

Grazie alla disponibilità di Adinolfi, distributore esclusivo per l’Italia, ho avuto la possibilità di testare il top di gamma Yukon Sightline N475S. Per il montaggio non ho utilizzato l’attacco fornito con l’ottica, ma prediletto un attacco a sgancio rapido di Contessa, un prodotto made in Italy dalle performance eccezionali. Il modello in questione è Simple Black Blaser PLS, attacco leggero e dotato dei quattro punti di contatto e serraggio con l’arma in acciaio temprato: garantiscono una taratura perfetta tra uno sgancio e l’altro. Ho montato l’ottica su una carabina Blaser R8 Professional Success in calibro 7×64 Brenneke con munizioni ricaricate (palla Nosler Accubond da 160 grani). L’azzeramento dell’ottica, effettuata presso il Tiro a segno Il Pinzuto di Manciano (Gr), è risultato semplice e veloce, come descritto nel manuale. Ho azzerato l’ottica a 100 metri.

Ho avuto modo di utilizzare l’ottica in diverse uscite notturne nell’ambito del controllo sul cinghiale. Ciò che colpisce subito è la l’altissima definizione d’immagine e un campo visivo particolarmente ampio, esente da distorsioni e caratterizzato da un eccellente contrasto di colori. L’ottica, laddove consentito, può essere utilizzata tranquillamente anche di giorno e il generoso range d’ingrandimenti (6-24x) la rende utile anche per tiri a notevole distanza. Sicuramente con il calare delle tenebre lo strumento dà il meglio di sé.

Una volta scelto il reticolo, settate le impostazioni di base ed effettuata la regolazione diottrica, l’utilizzo risulta molto semplice. Le uniche variazioni da fare sono l’eventuale messa a fuoco per distanze diverse e la scelta dello zoom. Con il controller si accede allo zoom la cui regolazione avviene in modo preciso. Notevole è il range d’ingrandimento anche se, nelle diverse situazioni, non ho mai utilizzato ingrandimenti superiore a 15x ma prediletto sempre la maggior definizione delle immagini. L’ottica è stata utilizzata in svariate condizioni di luce e terreno, da notti con la luna piena in cui non è stato necessario accendere l’IR a notti senza luna e completamente buie; da campi di grano a stoppie fino a zone boscate.

Yukon Sightline N475S 6-24x: la potenza giusta

Lo Yukon si è rivelato un attrezzo valido in tutte le situazioni, permettendomi una nitida osservazione del selvatico da prelevare con la possibilità di tiri precisi e puliti. La difficoltà maggiore si è riscontrata in un campo di grano dove peraltro, con i visori digitali usati in precedenza, non si sarebbe visto certamente nulla.

L’illuminatore risulta molto potente e, con i suoi tre livelli di potenza, permette di visualizzare animali fino a 400 metri. Ben diverso è il discorso sullo sparare: sebbene le performance lo consentano, per scelta non ho sparato a distanze superiori ai 200 metri, ritenendo questa distanza un gran successo visto che si parla di tiri al buio.

Il pacco batteria non ha mai tradito. Consiglio comunque di avere un pacco batteria di scorta. Ciò è possibile acquistando un accessorio specifico, il portabatteria Yukon DNV Battery Holder che consente di utilizzare le batterie di tipo AA.

A voler trovare qualche possibile limite al visore sicuramente non si può omettere l’impossibilità di acquisire foto e filmati. Associato a quello dell’attacco, il peso dell’ottica superiore a 1 kg si fa sicuramente notare rispetto alle più leggere ottiche tradizionali anche se l’impiego prevalente nella caccia d’appostamento, più che alla cerca con dislivelli importanti, rende facilmente sopportabile lo sforzo. Nella vasta gamma di ingrandimenti i più elevati non sono infine molto fruibili, a causa nell’inevitabile perdita di definizione dell’immagine. Considerando le notevoli prestazioni dell’ottica a fronte di un prezzo che, compreso di attacco dedicato per slitte weaver, non raggiunge i 1.000 euro, si può concludere che l’azienda bielorussa anche questa volta si è superata.

Il test completo su Caccia Magazine gennaio 2021, in edicola dal 19 dicembre.

Yukon Sightline N475S: la gallery fotografica

Yukon Sightline N475S: la scheda tecnica

Produttore: Yukon Advanced Optics
Modello: Sightline N475S 6-24X
Ingrandimento ottico: 6x
Zoom continuo: 6x -24x
Obiettivo: 1:1.2
Campo visivo (a 100 m): 4,1° / 7,1°
Estrazione pupillare: 50 mm
Distanza minima di messa a fuoco: 10 m
Regolazione dell’oculare: -2,5 / +5
Distanza massima di osservazione di un animale alto 1,7 metri: 400 m
Tipo di sensore: Cmos
Risoluzione sensore: 1280×720 pixel
Tipo di display: Amoled
Risoluzione display: 1024×768 pixel
Tipo di Illuminatore IR Integrato: led (940nm)
Potenza massima di rinculo su arma rigata: 6.000 Joule
Temperatura di esercizio: -20°C – +40°C
Dimensioni: 315 x 89 x 88 mm
Peso: 1.150 g
Lente obiettivo: F70/1.2
Angolo di visuale: 4,1°
Batteria: DNV Battery pack (durata circa 4 ore)
Prezzo: da 890 euro
Sito produttore: www.yukonopticsglobal.com
Distributore: www.adinolfi.com / 039 2300745

Scopri le ultime news sul mondo venatorio e i test di ottichearmi e munizioni su Caccia Magazine.