Valore e ruolo della caccia, la Commissione europea risponde

ruolo della caccia nella risposta di Virginijus Sinkevičius: bandiere davanti al parlamento europeo
© areporter / shutterstock

Non è un’eccezione o una deroga al regime di protezione previsto dalle direttive: Virginijus Sinkevičius, commissario europeo all’Ambiente, risponde alla Lega sul ruolo della caccia.

Anche se indiretto, è un riconoscimento ufficiale del ruolo della caccia in Europa. Evidentemente non riducibile a un’eccezione come temevano gli eurodeputati leghisti Dreosto, Casanova, Da Re, Tovaglieri e Lancini dopo i commenti di alcuni funzionari nel corso dei tavoli tecnici. Il commissario all’Ambiente Virginijus Sinkevičius risponde all’interrogazione dei cinque italiani e non pronuncia mai il termine incriminato. E quindi la caccia può a buon diritto essere considerata parte integrante della gestione faunistica, non un’eccezione alla direttiva Uccelli. D’altra parte la giurisprudenza della Corte di giustizia europea ritiene essenziale la ricerca di un equilibrio tra gli obiettivi di protezione e le attività e le esigenze umane.

La Commissione ritiene inoltre che i piani d’azione e la gestione adattiva “possano contribuire a rallentare e invertire la tendenza al declino delle specie cacciabili”. Non è dunque un dogma, commenta l’Ufficio studi e ricerche di Federcaccia, “che le specie in declino non debbano essere cacciate”. La decisione non è automatica, ma deve fondarsi “su dati e gestione dei prelievi e degli habitat”.

Scopri le ultime news sul mondo venatorio, i test di ottichearmi e munizioni e i contenuti di Caccia Magazine dicembre 2020.