Tikka T3x Lite Veil Alpine, la nostra recensione

Tikka_T3x_Lite_Veil_Alpine

Con le due proposte Lite Veil, Tikka amplia ulteriormente la gamma della carabina T3x. Questa volta introduce i primi allestimenti camo e ulteriori versioni alleggerite del modello che, nel catalogo dell’azienda finlandese, presidia i segmenti caccia e tiro sportivo a lunga distanza.

Tra le novità dell’anno che sta finendo, in casa Tikka si segnalano tre varianti della gamma T3x che di questa costituiscono un’estensione. Si tratta di un allestimento per il tiro sportivo – modello UPR, Ultimate Precision rifle – e di due a destinazione venatoria: il Roughtech e il Lite Veil in configurazione camo, a sua volta disponibile nelle varianti Alpine e Wideland. In occasione di una recente visita alla sede Beretta – alla cui holding afferisce anche il marchio finlandese – ho avuto l’opportunità di esaminare approfonditamente l’allestimento Tikka T3x Lite Veil Alpine.

La rivincita del camouflage

Con la serie Lite Veil, Tikka ha introdotto nella gamma le prime armi camo. Nel caso della Alpine, il pattern si adatta in particolare a contesti montuosi, rocciosi e paesaggi innevati e non fatico a immaginarmela pure nelle immense pianure finniche, tra licheni e betulle. La versione Wideland ha invece come destinazione le ampie pianure e i boschi dell’Europa meridionale.

Tikka_T3x_Lite_Veil_Alpine
Tikka T3x Lite Veil Alpine

A differenza del resto della produzione T3x, i due allestimenti Lite Veil introducono una finitura superficiale delle parti metalliche in Cerakote; è da notare che per la realizzazione di queste varianti di gamma è stato selezionato un acciaio inossidabile dalle ottime caratteristiche, una scelta che indica come siano ipotizzati impieghi in contesti particolarmente insidiosi.

Tikka_T3x_Lite_Veil_Wideland
Tikka T3x Lite Veil Wideland

Similitudini e differenze

Le due armi presentano, al netto delle differenze estetiche, numerose caratteristiche comuni. Anzitutto i calibri disponibili, segnatamente .243 Winchester, .270 Winchester, .308 Winchester, .30-06 Springfield, 6,5 Creedmoor, .270 e .300 Winchester Short Magnum, .300 Winchester Magnum, 7 mm Rem Mag e 7 mm-08 e un’autonomia di tre colpi in tutti gli allestimenti. In secondo luogo è comune la scelta di dotarle di otturatore e canna scanalati; la canna – dal nuovo disegno definito dal produttore D18 – presenta la volata filettata per il montaggio di un freno di bocca, peraltro fornito di serie.

La canna è disponibile nelle varianti da 510 e 569 millimetri nei calibri standard e 617 in quelli magnum che portano la massa complessiva dell’arma a spaziare tra i 2,9 e i 3,2 chilogrammi. Conclude la trattazione degli elementi comuni il prezzo di 1.799 euro.

Differente è invece la finitura; sempre in Cerakote, come ho anticipato, ma di colore H256 Desert green nell’allestimento Tikka T3x Lite Veil Alpine e H294 Midnight bronze nel Wideland. Al netto del pattern (monocolore con spiderweb per esaltare la presa) e della finitura delle parti metalliche (comune brunitura), non si discosta da questo schema neppure l’allestimento Roughtech, che per inciso costa 200 euro in meno.

L’evoluzione del polimero

Come tutte le variazioni sul tema T3x, anche i nuovi allestimenti hanno nella calciatura il proprio punto di forza. Realizzata in polimero (polipropilene) rinforzato in fibra, si distingue dal resto della produzione corrente per due peculiarità: anzitutto l’impugnatura a pistola sostituibile (a quella dritta fornita in dotazione se ne affianca una più inclinata), secondariamente la possibilità di modificare la conformazione dell’astina. Due scelte volte a migliorare l’esperienza di tiro e conferire un appeal personalizzato all’arma: sia la pistola sia il tubolare da sovrammettere all’astina per modificarne il profilo sono disponibili in nero e in quattro colori aggiuntivi (desert, grey, orange e green).

Tikka_T3x_Lite_Veil_Alpine

Interessante anche il pattern delle zigrinature, definito come asimmetrico da Tikka, per fornire zone a grip differenziato su asta e pistola. Nuovo è anche il calciolo in gomma morbida, spesso 20 millimetri nella sua zona mediana, che permette l’inserimento dei due spaziatori da 5 millimetri di spessore in dotazione per variare la lop. Nella pala del calcio, particolare interessante, è inserita una schiuma che ha la funzione di attenuarne la rumorosità in caso di urto. All’interno della calciatura è presente un recoil lug in acciaio.

L’acciaio dell’azione

La scatola di culatta è realizzata in acciaio inossidabile e presenta, rispetto alla T3 di cui l’arma è l’evoluzione, una finestra discretamente ingrandita, utile sia per un’espulsione più precisa sia per facilitare il caricamento a colpo singolo. Sulla parte superiore è disponibile la predisposizione per l’applicazione di una slitta Picatinny da utilizzare con le omonime basi o con gli attacchi OptiLock brevettati da Sako.

Tikka_T3x_Lite_Veil_Alpine

L’otturatore, smontabile, porta due alette che ne permettono l’apertura con una rotazione di circa 70 gradi del manubrio. La coda dell’otturatore, da cui fuoriesce l’indicatore di percussore armato, è realizzata in metallo, un’altra miglioria rispetto al modello precedente. La sicura è del tipo a due posizioni; agisce sul grilletto e sull’otturatore, che va a bloccare quando inserita. Non è il massimo desiderabile per quanto riguarda la sicurezza ma è uno standard cui siamo abituati. Bello lo scatto diretto, molto costante, che può essere regolato tra gli estremi di 10 e 20 Newton, circa 1.000 e 2.000 grammi. Il grano di regolazione del carico della molla è collocato all’interno dell’alloggiamento del caricatore ma è più facilmente accessibile rimuovendo il calcio. I dati offerti dal produttore parlano di un valore regolato in fabbrica su 13-15 Newton.

Il caricatore dell’arma è realizzato in polimero e presenta una capienza limitata a soli tre colpi.

Una gamma articolata

I nuovi allestimenti si affiancano ai molteplici già a catalogo, in grado di accontentare tanto una clientela più tradizionalista appagata dal calcio in legno (versioni Hunter, Forest, Battue, Arctic e Laminated) quanto quella più dinamica, che si sente probabilmente più a suo agio con quelli polimerici. Non mancano neppure un allestimento polivalente (Compact tactical rifle) e gli allestimenti sportivo Sporter e puramente tattico T3x Tact A1.

Scheda tecnica della carabina bolt action Tikka T3x Lite Veil Alpine

Produttore: Tikka
Modello: T3x Lite Veil Alpine
Tipo: carabina bolt action
Calibro: .308 Winchester
Lunghezza canna: 569 mm
Lunghezza totale: 1.083 mm
Organi di mira: assenti
Caricatore: 3 colpi
Sicure: manuale a due posizioni
Materiali: calcio in polimero, azione e canna in acciaio inox
Finiture: Camo Lite Veil Alpine, Cerakote H256 desert
Peso: 3.000 g
Prezzo: 1.799 euro
Sito produttore
Distributore: Beretta

Su Caccia Magazine trovi tutte le novità di Tikka e delle carabine bolt action per la caccia di selezione.