Sospesa la caccia a moriglione e pavoncella in Veneto

Sospesa la caccia a moriglione e pavoncella: moriglione nell'acqua
© Nick Pecker / shutterstock

Il Tar sospende la caccia a moriglione e pavoncella.

Dopo la Toscana, il Veneto: il Tar ha sospeso la caccia a moriglione e pavoncella almeno fino al 18 novembre, data dell’udienza pubblica. Il ricorso di Lipu, Wwf, Enpa, Lav e Lac trova dunque soddisfazione. Dopo la decisione sulla preapertura, il Tar interviene di nuovo sulla stagione appena aperta: le indicazioni di governo e Commissione europea non possono essere trascurate.

Ma non ci sono solo cattive notizie. Nessun problema sulla validità del piano faunistico-venatorio: la legge quadro non obbliga a una revisione a scadenze fisse. E nessun problema neppure sulla tortora selvatica – ha ragione la giunta a sostenere che “ormai abbia lasciato le nostre latitudini per svernare in altri Paesi” – e sull’immissione di pernici rosse nelle aziende faunistico-venatorie. “Le aziende sono localizzate quasi esclusivamente in pianura, l’abbattimento avviene nell’imminenza della liberazione”: non c’è rischio di inquinamento genetico. Di tutto ci sarà modo di riparlare tra due mesi scarsi.

Scopri le ultime news sul mondo venatorio, i test di ottichearmi e munizioni e i contenuti di Caccia Magazine ottobre 2020, già in edicola.