Proroga del porto d’armi: il ministero chiarisce i termini

proroga del porto d'armi: targa dipartimento di pubblica sicurezza
© Cineberg / shutterstock

Ok alla proroga del porto d’armi per novanta giorni dopo la fine dello stato d’emergenza.

Ufficiale la proroga del porto d’armi in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 30 aprile 2021. E con una semplificazione evidente sulla durata, per tutti fino al 29 luglio 2021. Lo chiarisce il ministero dell’Interno con una circolare che spiega che cosa comporti la proroga dello stato d’emergenza: “il legislatore ha definitivamente risolto, anche pro futuro, la questione […]. Ogniqualvolta [il termine] sarà differito, automaticamente i provvedimenti amministrativi in scadenza saranno prorogati per i 90 giorni successivi” al giorno in cui lo stato d’emergenza si concluderà.

Come documenti di riconoscimento, i libretti di porto d’armi saranno invece validi fino al 30 aprile 2021. In assenza di nuovi interventi legislativi, dal 1° maggio al 29 luglio 2021 la licenza sarà dunque valida solo come titolo abilitativo – e pertanto bisognerà accompagnarla a un altro documento di riconoscimento.

È comunque possibile rinnovare già da ora il porto d’armi prorogato, per evitare di imbottigliarsi nel traffico di mezza estate.

Scopri le ultime news sul mondo venatorio, i test di ottichearmi e munizioni e i contenuti di Caccia Magazine febbraio 2021. E non perderti tutte le novità sui temi legali, su carta e web.