Nuovo dpcm: la situazione per la caccia

nuovo dpcm: mascherina con bandiera italiana tricolore
© HJPhtotoandilustration / shutterstock

Il nuovo dpcm mantiene l’Italia divisa in tre fasce di rischio; in un paio di settimane però l’intero Paese dovrebbe tornare in zona gialla.

Più che il nuovo dpcm, che prolunga la divisione dell’Italia in tre zone e introduce misure restrittive sotto Natale, le buone notizie per la caccia arriveranno da una diversa colorazione delle Regioni e da autonomi provvedimenti locali. Resta infatti in vigore la tripartizione caccia no (zone rosse), caccia sì (zone gialle) e caccia solo nel Comune di residenza (zone arancioni). Nella conferenza stampa di ieri sera Conte ha però annunciato che entro qualche settimana (un paio?) l’intero Paese tornerà nella fascia di rischio più bassa. E nel frattempo alcune Regioni (la giunta toscana l’ha detto ufficialmente, in Lombardia se ne parla da settimane) stanno lavorando a un provvedimento che nelle zone arancioni parifichi la residenza anagrafica alla residenza venatoria. Nelle scorse settimane Emilia Romagna e Marche hanno già alleggerito i vincoli. (E niente mobilità venatoria per Santo Stefano: vietato uscire dal Comune di residenza. Il problema non si pone per Natale e Capodanno che cadono di venerdì).

La classificazione in zone al 4 dicembre

Zone gialle: Lazio, Liguria, Molise, Sardegna, Sicilia, Trentino, Veneto.
Elevata gravità (zone arancioni): Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria.
Massima gravità (zone rosse): Abruzzo, Alto Adige, Campania, Toscana, Valle d’Aosta.

Stasera il ministero della Salute riclassificherà alcune zone: è probabile la decolorazione di Toscana, Campania, Valle d’Aosta, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche. Ma, l’abbiamo imparato a forza negli ultimi nove mesi, prima di rifare i conti è bene attendere l’ufficialità.

Scopri le ultime news sul mondo venatorio, i test di ottichearmi e munizioni e i contenuti di Caccia Magazine dicembre 2020.