Calendario venatorio della Valle d’Aosta, Tar fissa data dell’udienza

Calendario venatorio della Valle d’Aosta: lepre variabile in ambiente montano
© Mark Medcalf / shutterstock

La decisione sul calendario venatorio della Valle d’Aosta slitta alla seconda metà di ottobre.

Bisognerà attendere tre settimane per scoprire se lepre variabile e pernice bianca rientreranno nel calendario venatorio della Valle d’Aosta. Respingendo l’istanza di Federcaccia che gli chiedeva di intervenire subito, il Tar ha infatti fissato la data dell’udienza al 22 ottobre.

Per decidere è necessaria una discussione collegiale, dice il Tar. È controintuitivo riaprire la caccia per effetto di una decisione cautelare quale sarebbe quella assunta adesso. Perché non “estendere la platea delle specie cacciabili” non è rischioso. La Regione subirebbe invece un danno irreparabile se “anche uno solo degli esemplari di specie ritenute non cacciabili fosse invece abbattuto, stante l’evidente irreparabilità dell’uccisione di ogni essere vivente”.

Scopri le ultime news sul mondo venatorio, i test di ottichearmi e munizioni e i contenuti di Caccia Magazine ottobre 2020, già in edicola.