Cacciatori per squadra in Umbria: si riduce il numero minimo

Cacciatori per squadra in Umbria: cinghiale nel bosco
© JaklZdenek / shutterstock

La terza commissione consiliare ha portato a quindici il numero minimo di cacciatori per squadra in Umbria. La modifica al regolamento riguarda solo le uscite infrasettimanali.

Quindici, non più venti: la terza commissione consiliare ha modificato unanime il regolamento che disciplina la caccia al cinghiale e ha ridotto il numero minimo di cacciatori per squadra in Umbria. L’emendamento riguarda i giorni infrasettimanali, non il sabato e la domenica. La ragione è da ricercare nello spirito del provvedimento: “le abituali problematiche dei cacciatori nei giorni feriali” rischiano di complicare la gestione faunistica. In questo modo si cerca di rendere possibile “un maggior numero di battute”: le squadre “avranno infatti meno difficoltà a riunirsi nei giorni non festivi”. La possibilità di cacciare in quindici viene inoltre incontro alle esigenze dettate dalla situazione sanitaria tutt’altro che risolta.

Scopri le ultime news sul mondo venatorio, i test di ottichearmi e munizioni e i contenuti di Caccia Magazine novembre 2020.