Caccia in Toscana, la mozione di maggioranza sul piano faunistico-venatorio

caccia in Toscana: cacciatore di spalle
© Pavel Karpov / shutterstock

In una delle prossime sedute il consiglio regionale discuterà la mozione Pieroni sulla gestione della caccia in Toscana.

La giunta deve velocizzare l’approvazione del nuovo piano faunistico-venatorio e l’istituzione dell’osservatorio regionale: la discussione sulla caccia in Toscana si arricchisce dunque di un nuovo capitolo, aperto dalla mozione con cui la maggioranza di centrosinistra spinge l’esecutivo a intervenire.

Il via libera al nuovo piano non è più rimandabile. Alla Toscana serve infatti “un adeguato strumento di pianificazione con il quale stabilire indirizzi e obiettivi delle politiche regionali”. Ogni settimana lasciata scorrere rischia di creare problemi ulteriori all’agricoltura e all’equilibrio ambientale e del territorio. La mozione invita la giunta anche a tener conto di quanto emerso dalla conferenza di Braccagni su “programmazione, governance, sostenibilità del sistema, filiera delle carni, quadro normativo e valorizzazione del volontariato”.

Alla firma di Andrea Pieroni, che ha presentato l’atto, seguono quelle di dodici colleghi del Partito Democratico. Il consiglio discuterà la mozione in una delle prossime sedute.

Scopri le ultime news sul mondo venatorio, i test di ottichearmi e munizioni e i contenuti di Caccia Magazine febbraio 2021.